Home > Articoli > Silvano Pedrollo e la solidarietà di un industriale veronese
9.0 Pedrollo-2

La nostra presidente Sonia Bonin Mansueti racconta il suo primo incontro con l’ingegner Pedrollo.

Anno 2006: era ospite presso la mia famiglia mons. André Masinganda, all’epoca responsabile dei progetti S.O.S. in Congo, e proprio in quei giorni mi era stato chiesto se la nostra associazione avesse bisogno di pompe per l’acqua da installare in Congo (in quel periodo era in costruzione il Centro Oftalmologico a Isiro), in quanto il sig. Pedrollo ne aveva messe a disposizione un centinaio da offrire gratuitamente a congregazioni o associazioni che operavano in Africa. Non ci sembrò vero di avere l’occasione per conoscere questa persona! Partimmo pieni di speranza per San Bonifacio, paese in cui ha sede la sua azienda, e lo incontrammo. Ci rivolse alcune domande sulla S.O.S., sui problemi della Repubblica Democratica del Congo, ricevendo esaurienti delucidazioni da don André che è congolese. Intuimmo subito, però, che non era a digiuno di queste tematiche: ascoltava con attenzione e il suo ascolto rivelava un profondo coinvolgimento. Non dimenticherò mai quell’incontro, perché è difficile incontrare persone così spontanee e sensibili e che manifestino senza remore la loro fede in Dio. Nacque subito fra noi una stima ed una simpatia reciproche, tanto che proprio in quell’occasione non ebbe esitazione ad offrire una ingente somma per costruire una scuola professionale di cui la regione di Wamba aveva necessità Mons. André ed io eravamo strabiliati, ci sembrava quasi di sognare. Eravamo persone a lui sconosciute fino a quel momento e quella grande generosità ci fece rimanere senza parole.

Il 29 settembre 2015 Silvano Pedrollo riceve il riconoscimento della Laurea ad honorem.

Il conferimento a Pedrollo della laurea magistrale in Ingegneria dell’innovazione del prodotto è stata proposta dal dipartimento di Tecnica e gestione dei sistemi industriali per la sua attività imprenditoriale e per l’elevato profilo scientifico-tecnologico, essendo titolare di più di 150 brevetti industriali nazionali ed internazionali nel settore delle pompe centrifughe, delle tenute meccaniche, delle elettropompe e degli scambiatori geotermici. Silvano Pedrollo si qualifica anche per la sua intensa attività sociale testimoniata dai numerosi gesti di solidarietà sia in Italia che nei paesi del terzo mondo. Tra questi ha particolare rilevanza il “progetto acqua” che ha consentito, grazie alle pompe ad ai generatori donati dal Gruppo Pedrollo, la realizzazione di 1000 pozzi in Africa che soddisfano il fabbisogno idrico di più di due milioni di persone.

La SOS Onlus desidera congratularsi per questo importante traguardo e lo fa con queste parole:

“Gentilissimo Signor Pedrollo, con grande piacere, a nome mio e del Consiglio Direttivo S.O.S., Le invio le più vive congratulazioni per l’importante riconoscimento che, meritatamente, riceverà dall’Università di Padova, una delle più antiche e prestigiose. È questo l’ennesimo e meritato apprezzamento per il Suo incessante lavoro, profuso con instancabile passione, non solo per promuovere la Sua Azienda, ma anche praticando con grande sensibilità la solidarietà verso le popolazioni del Sud del Mondo. Sono certa che la Laurea ad honorem che Le verrà conferita Le sarà di ulteriore stimolo nell’operare per il bene del prossimo. Congratulazioni di cuore.”   
Sonia Bonin Mansutti

A giugno del 2015, a seguito dell’invio del libro “Appunti di Viaggio” scritto da Sonia, l’ingegner Pedrollo ci riserva parole di stima che ci riempiono di orgoglio e per questo vogliamo condividerle con voi: